Pagina:Opere scelte di Ugo Foscolo I.djvu/155

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
118

regna. Pochi ragionano, tutti sentono, dunque il quadro delle passioni sarà lo stile per tutti. E notisi pure, che i pochi ragionatori non sono sempre a ragionar disposti, mentre in ogni ora amano di sentire. Gli scrittori che non hanno conosciuto questo naturale principio, o che lo trascurano nelle loro opere, non ottennero il voto de’ cuori, che è pur quello superiore ad ogni altro di gloria e di fama. Quanti autori per avere voluto troppo finamente limare col gergo della filosofia il parto delle Grazie, dormono dimenticati nelle biblioteche, più rispettati che sentiti; e quanti ancor viventi letterati di corte e di tavolino saranno coi loro nomi seppelliti, in grazia di non saper parlare alla sensibilità degli uomini con quello spirito di verità che diversifica dall’arte, come dalle tenebre la luce.


CAPITOLO V.

La letteratura è annessa alla lingua.

Bisogna pertanto conoscere il valore della parola, il che consiste nella perfetta cognizione di essa.

Tre sono i principali aspetti sotto i quali si deve la parola esaminare: cioè il valore, il