Pagina:Opere scelte di Ugo Foscolo I.djvu/34

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

XXXIII


Essendo nel 1812 in Toscana, intese a tradurre il Viaggio sentimentale di Sterne: versione accurata e fedele tra quante se n’hanno di quel romanzo satirico. Essa è dettata in uno stile limpido, candido, elegantissimo; perciò merita d’essere riguardato, come scrisse uno de’ suoi biografi, sì per la bella e forbita lingua italiana, e sì per esservi ritratta la finezza e lo spirito dello scrittore originale, come una delle migliori e più compiute cose che egli abbia fatte. Assai curiosa n’è poi l’Appendice rivolta principalmente a far conoscere le qualità e le opinioni di Didimo Chierico (sono le sue proprie) sotto il cui nome si consigliò di dar fuora un simil lavoro.

Nel breve suo soggiorno in Svizzera1 divulgò colle stampe lo scritto intitolato — Didymi Clerici Prophetae Minimi Hipercalipseos — operetta stesa a foggia di salmo di un bel pregio se si guardi alla parte letteraria, ma illiberale ove si consideri l’epoca in cui fu pub-

    che eseguì sulla fede di ottimi manoscritti, e secondo le varianti desunte dall’autografo che si conserva in Vienna colle note dell’autore debitamente riscontrate sui testi citati, e la pubblicò a Torino in due volumi nel 1812.

  1. Foscolo abbandonò l’Italia e passò in Svizzera il 30 marzo del 1815, e partì di quà ed arrivò in Inghilterra li 11 ottobre del 1816.