Pagina:Panegirico a Trajano.djvu/103

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
104 PARIGI SBASTIGLIATO.
X.


Cruda, ahi! ma forse necessaria insegna,
     Vedeva io poi con gli occhi miei sua testa
     165Sovra lunga asta infissa
     Ir per le vie: nè sola ell’è; che degna
     Compagna un’altra, a quella orribil festa,
     Le viene a paro: è scissa
     Questa dal corpo d’uom, che invan s’ingegna,
     170Urban pretore, di far ire a vuoto
     Dei cittadini la guerriera impresa:
     E vilmente distesa
     Sua tronca salma io ne vedea nel loto.
     E i cittadin feri vedea, ma giusti,
     175L’alta vendetta lungamente attesa
     Sperar compiuta in que’ scemati busti. ―
     Ahi memorabil giorno!
     Atroce, è ver; ma fin di tutte ambasce:
     Di libertade adorno,
     180Fia questo il dì che vera Francia nasce.