Pagina:Panzini - Viaggio di un povero letterato.djvu/17

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Capìtolo Primo.


IN ATTESA DEL TRENO.


— Provi a viaggiare — mi disse il professor A*** direttore del Manicòmio di M***, il quale mi onora della sua benevolenza.

— Ah, sì, signore, il viaggiare sento che mi farà più bene che andare alla seconda cantoniera dello Stèlvio, come mi fu suggerito da altri.



«Pensa — dissi a me stesso — che le strade sono tutte tue. È una grande proprietà! Esse si stèndono bianche, notte e giorno, e fàsciano il mondo: non rimane che andare e camminare. Va, dunque, e cammina.» Ma per me ci vorrebbe un’automòbile. Essa va veloce e spezza il pensiero.

Ma io non ho automòbile.

A. Panzini 1