Pagina:Panzini - Viaggio di un povero letterato.djvu/176

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
160 viàggio d’un pòvero letterato


Questo coso bianco, longo, per esèmpio, xe....

Basta, basta, eloquente e dotto trippàio! Come tutto è melancònico e tràgico anche sotto l’ùtile funzione di offrire da mangiare al pròssimo per quattro soldi di trippa!

Le pècore, i plàcidi buoi, i montoni, pascenti in divina pace pel verde Appennino, queste cose certo non sanno.