Pagina:Pastor fido.djvu/264

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

   Ch’affrettava il rapire.
   Oh dolcissimo bacio
   Non posso più, Corisca.
   Vo diritto, diritto
   A trovarmi una sposa:
   Che ’n sì alte dolcezze
   Non si può ben gioir, se non amando.
   Cor.Se costui dice il vero,
   Questo è quel dì Corisca,
   Che tutto perdi, ò tutto acquisti il senno.


ATTO QUINTO

SCENA IX

Pastor fido illus 29.png

CHORO DI PASTORI,

Corisca, Amarilli, Mirtillo


   VIENI santo Imeneo:
   Seconda i nostri voti, e i nostri canti;
   Scorgi i beati amanti,
   L’uno, e l’altro celeste semideo;
   Stringi il nodo fatal, santo Imeneo.
   Cor.Oime che troppo è vero. e cotal frutto
   Da le tue vanità misera mieti.