Pagina:Pastor fido.djvu/37

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

ATTO PRIMO

SCENA III

Pastor fido illus 18.png

CORISCA.


  
   CHI vide mai, chi mai udì più strana
   E più folle, e più fera, e più importuna
   Passione amorosa? amore & odio
   Con sì mirabil tempre in un cor misti,
   Che l’un per l’altro (e non sò ben dir come)
   E si strugge, e s’avvanza, e nasce e muore.
   S’i’ miro a le bellezze di Mirtillo
   Dal piè leggiadro al grazioso volto,
   Il vago portamento, il bel sembiante,
   Gli atti, i costumi e le parole e ’l guardo;
   M’assale Amor con sì possente foco,
   Ch’i’ ardo tutta, e par, ch’ogn’altro affetto
   Da questo sol sia superato, e vinto:
   Ma se poi penso à l’ostinato amore,
   Ch’ei porta ad altra donna, e che per lei
   Di me non cura, e sprezza (il vò pur dire)
   La mia famosa, e da mill’alme, e mille
   Inchinata beltà, bramata grazia,


B 3