Pagina:Pastor fido.djvu/79

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

ATTO SECONDO

SCENA III

Pastor fido illus 18.png

SILVIO, DORINDA.


   
TT
U non hai alcun male, al rimanente;

   Dov’è la damma, che promessa m’hai?
   Dor.La vuoi tu viva o, morta? S. io non t’intendo.
   Com’esser viva può se ’l can l’uccise?
   Dor.Ma se ’l can non l’uccise? Sil. È dunque viva?
   Dor.Viva. S. Tanto più cara; & più gradita
   Mi fia cotesta preda: e fù si destro
   Melampo mio, che non l’ha guasta, ò tocca?
   Dor.Sol è nel cor d’una ferita punta.
   Sil.Mi beffi tù Dorinda, o pur vaneggi;
   Com’esser viva pu nel cor ferita?
   Dor.Quella damma son io,
   Crudelissimo Silvio,
   Che senza esser attesa,
   Son da te vinta, e presa:
   Viva, se tù m’accogli,