Pagina:Pastore - Sul fondamento logico della matematica, 1935.djvu/2

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Annibale Pastore


SUL FONDAMENTO LOGICO
DELLA MATEMATICA


§ 1. - Preliminari.


La perfetta comprensione di quanto segue richiederebbe un discreto proemio atto a produrre un doppio effetto, cioè a disorientare gli spiriti dai quadri della logica tradizionale, quindi a orientarli verso i campi nuovi di ricerca e di meditazione della Logica del Potenziamento (LdP). Ma l’angustia del tempo non lo concede. Siamo quindi costretti a presupporre la conoscenza delle precedenti pubblicazioni nelle quali il rovesciamento della prima prospettiva logica è operato in pieno, e i principj che LdP esposti col massimo rigore spiegano e giustificano la nuova terminologia.

La presente Comunicazione d’altronde si collega organicamente alla Comunicazione dell’anno scorso al Congresso di Roma sopra La Logica del potenziamento nelle sue relazioni colla scienza e la filosofia. Giova sperare che ancora non sia spezzato il filo logico che valse allora a stabilire tanto fervido consenso.

Avvertenza - Nella comunicazione orale, per la strettezza del tempo, furono soppressi questi Preliminari e le note. La Comunicazione fu preceduta dalla dichiarazione seguente.

«Sarebbe stato mio grande piacere e conforto esporre questa Comunicazione avendo al fianco Pietro Mosso, il mio fedele discepolo e collaboratore che mi ha ajutato a comporla. Mosso è l’autore dei Principi di logica del potenziamento editi a Torino dall’Editore Bocca nel ’23, sotto la mia direzione; ed è la giovane forza della Scuola teoretica di Torino che prossimamente si arricchirà d’un Laboratorio di Logica pura e applicata e svolgerà un programma tecnico di intenso lavoro. Poichè le gravi cure della S. I. C. A. che egli dirige non gli hanno consentito di venire, mi sia lecito inviargli in memore saluto l’espressione della mia riconoscenza».