Pagina:Patria Esercito Re.djvu/214

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
196 parte prima

gione della rima, al Cimiero.... anche perchè del Kolbach, in quel momento, l’Italia non parlava.

" E nessuna mano gentile, sia che fosse di dama o di forosetta, si rifiutò mai di dissetare un giovane ufficiale dei dragoni che avesse loro chiesta la elemosina di un innocente.... sorso d’acqua pura, in tempo di guerra o di manovre.

" Egli è appunto dalla invidia e dalla gelosia che un giorno saltava fuori quella bugiarda leggenda, ormai sfatata, la quale parlando dell’ufficiale di cavalleria, sentenziava:

" Raro è che legga. — Difficile che scriva. — lui possibile poi che ragioni!....


Patria Esercito Re p214.jpg


" Gran bontà se la satira scortese non negava al vecchio ufficiale di cavalleria la gloria, almeno, di saper caricare!

" Ebbene, amici e commilitoni, oggi voi date una solenne smentita a quella bugiarda leggenda. La date cogli immensi progressi che la nostra arma — specialmente in questi ultimi tempi — ha fatto; e non solamente progressi fisici, ma grandi progressi di generale coltura.

" Ardita maestria nel cavalcare; celerissime andature della nuova scuola: salti di ostacoli non mai prima sognati; staccionate a un metro e mezzo d’altezza.... percorsi di otto chilometri, con ostacoli relativi; e, nella parte intellettuale, scuola tattica, arte della guerra, conferenze.... e chi più ne ha più ne metta!

" Negare tutti cotesti progressi sarebbe come negare la luce di quel bel sole che oggi vi saluta!

" Ed ecco perchè, amici e commilitoni, il veterano della riserva, giudice