Pagina:Perini - Trento e suoi contorni, 1868.djvu/138

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

COSTUMI E CONDIZIONI SOCIALI

DE' TRENTINI




Gli abitanti del Trentino italiani per origine, lingua e costumi, e vincolati per rapporti di commercio colle vicine città del Lombardo-Veneto si accostano in tutto alle costumanze di queste. Il Trentino è di mediocre altezza, di tinta vivace e robusta, di capello scuro, di musculatura forte e pronunziata, l’espressione della faccia grave e riflessiva. È intelligente come di solito gli abitanti di monte, e sopperisce collo industre ingegno alle strettezze del suolo. È laborioso perchè alla fatica lo eccitano le necessitá della vita e il fermo volere di campare onestamente; ama e trova nella Religione e nella famiglia i migliori, spesso i soli conforti; ama vivamente la propria nazione, la valle che abita, la vicina montagna, il rivo, la chiesetta, il cimitero ove riposano i suoi padri, e se è lontano lo agita il desiderio del ritorno. La donna di forme robuste, alquanto bruna ma di soavi sembianze e riservata ne’ modi, casalinga, parsimone; non è facile d’abbandonarsi all’amore, ma conquistato il suo cuore non se lo perde più.

Il far sociale de’ Trentini è abbastanza animato, ma non sono ciarlieri, il loro contegno serba più del lombardo che del veneto, si piaciono d’un vestire polito, della domestica convenienza, anche quei del contado indossano abiti puliti, o più che di lauti pranzi e di feste sfarzose si ricreano di compagnevoli brigate. Il ceto

[]