Pagina:Periodi istorici e topografia delle valli di Non e Sole nel Tirolo meridionale (1805).djvu/120

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

che esercitano un traffico per una Valle riguardevole. Molte sono le filande della seta , e nella stagione sono impiegate molte persone , e la seta si spedisce , come abbiamo osservato nella Introduzione alla storia. Non mancano professionisti , nè causidici. Avanti alcuni anni si sono erette le Scuole Normali , e nell’ anno 1803 da dilettanti fu aperto un Teatro. Veramente se si osservasse quanto il B. Bielefeld 1 ricerca ne’ Teatri , l’ istituto di questi sarebbe utile , dovendo essere la scuola de’ costumi , della lingua , e della civiltà. La chiesa parrocchiale veramente non è proporzionata al luogo , ma la sua sagristia l’ anno 1726 fu dal Canonico B. di Cles per donazione fornita di ragguardevole suppellettile. Il Parroco d’ ordinario è Decano Foraneo. Hassi anche un ospedale per alcuni ammalati , come pure un Convento di Riformati di S. Francesco eretto l’ anno 1631. Questo ha una Biblioteca ove ritrovansi opere scelte , e di considerazione. Le contigue campagne sono fertili d’ ogni sorta di granaglia di buona qualità , vi sono molti alberi , e gelsi ; il prodotto del vino non è abbondante , nè per la qualità è de’ migliori. I prati sonovi in proporzione ; nella state queste campagne offrono ameni passeggi.

Castel CLES posto in eminenza poco distante dal Borgo , vasto , e grande , con colonne , e portici fu fabbricato secondo il Brandis l’ anno 1536 , 2 ma non molti anni dopo , come porta la tradizione , fu abbruciato , e poi nuovamente rifabbricato. La famiglia di tal nome sembra originaria di queste Valli , e che abbia preso il nome dal vicino Borgo ; dell’ origine de’ cognomi abbiamo parlato nell’ Introduzione. Nelle investiture vecchie tedesche viene scritto Glös , e nelle trentine Clos. Vitale di Cles viene rammentato nell’ anno 1144 , e Arpone di Cles 3 si ritrova come testimonio ad un atto del 1183 avanti il Vescovo di Trento Salomone. Friderigo di Clesio 4 figlio di Arpone all’ anno 1241 , e 1246 viene annoverato come il decimo Decano della Cattedrale di Trento. A questi tempi ritroviamo anche li Cles ascritti all’ ordine equestre nella matricola tirolese. Col seguito del tempo divennero Baroni , e conseguirono la dignità di camerieri ereditarj della Contea del Tirolo ; se crediamo al Conte Brandis 5 il primo diploma di questa concessione si è di Ferdinando I. l’anno 1525 , abbenchè sembri più antico il possesso di tal dignità. Ma più di tutti il lustrò questa Famiglia Bernardo Clesio , del quale abbiamo parlato nell’ Istoria : ci resta però da dire , che egli nacque li 12 Marzo 1485 , e fece gli studj con tanta lode nella celebre Università di Bologna , che gli furono conferiti gli onori accademici , i quali a questi tempi parcamente si conferivano dalle Università , e solo per merito : abbracciò lo stato ecclesiastico , e li 12 di Giugno 1514 come Decano del Capitolo nell’ età d’ anni

  1. Institut. Polit. 1. cap. IV. §. 27. Ridendo castigat mores.
  2. Della nobiltà tirolese n. 103.
  3. Notizie trentine V. II. pag. 479.
  4. Monumenta Eccl. Trident. pag. 272.
  5. Della nobiltà Part. II. pag. 121.