Pagina:Piccole storie del mondo grande - Alfredo Panzini - 1901.djvu/117

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

le ostriche di san damiano 105

riscossi poco prima alla Finanza, perdettero del loro colore, impallidirono).

- Subito fatto, signore; la colazione a prezzo fisso due e cinquanta, il vino - sbirciò il fiasco a pena - mezza lira: tre lire in tutto.

Respirai liberamente.

- Non si potrebbe essere più discreti: verrò, signore, molto di sovente, - ebbi a dire, e la lode volle uscire spontaneamente.

- Sistema della casa, - disse con semplice modestia quel valoroso tavoleggiante.

- Allora mi porti il caffè.

- Desidera anche un bicchierino di cognac?

- Perchè no? Volentieri: semel in anno....

Ma quel benemerito cameriere se ne era andato, e quando ritornò co' vassoi, mi sussurrò all'orecchio:

- Desidera un sigaro di contrabbando? ho degli Avana hors ligne.

- È illegale, - diss'io.

- Oh, per codesto può star tranquillo: il signor Procuratore generale che viene qui a pranzo, non fuma che i miei Avana: anzi ne fa provvista.

- Quand'è così: regis ad exemplum totus informabitur orbis....