Pagina:Piola - Lettere di Evasio ad Uranio.djvu/11

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search




LETTERA I.ma





Di molto aggradimento mi fu la notizia, che tu mi desti, o mio diletto Uranio, d’esserti con impegno e con amore dedicato allo studio delle scienze esatte, e di trovarle sommamente deliziose al tuo spirito, e tali che non mai noia o stanchezza, ma sempre in te producono un nuovo e maggiore incitamento. Io assai mi compiaccio, che a vieppiù confermare la nostra amicizia si aggiunga l’argomento dell’uniformità d’inclinazione nello stesso genere di studi, e ben consapevole de’ tuoi talenti, mi congratulo colla nostra medesima scienza, avendo ferma fiducia di veder per te accrescersi qualche fronda a quelle nobili palme, ch’essa va mietendo sul suolo ove