Pagina:Poemetti allegorico-didattici del secolo XIII, 1941 – BEIC 1894103.djvu/52

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
46 poemetti allegorico-didascalici

ch’a comperar capone,
pernice e grosso pesce,
lo spender no ll’incresce;
     1475ché, come vol sien cari,
pur truovansi danari,
sí paga ’mmantenente,
e crede che la gente
lí li ponga in larghezza;
     1480ma ben è gran vilezza
ingoiar tanta cosa,
chi giá fare non osa
conviti, né presenti,
ma colli propi denti
     1485mangia e divora tutto.
Ecco costume brutto!
Mad io, s’io m’avedesse
ch’egli altro ben facesse,
unqua di ben mangiare
     1490no llo dovrei blasmare.
Ma chi ’l nasconde e fuge,
e consuma e distruge,
solo che ben si pasce,
certo in mal punto nasce.
     1495Àcci gente di corte
che sono use ed acorte
a sollazzar la gente,
ma domandan sovente
danari e vestimenti.
     1500Certo, se tu ti senti
lo poder di donare,
ben dèi cortesegiare,
guardando d’ogne lato
di ciascun lo suo stato.
     1505Ma giá non ubliare,
se tu puoi megliorare
lo dono in altro loco,