Pagina:Poesie (Carducci).djvu/972

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
946 rime e ritmi



JAUFRÉ RUDEL


Dal Libano trema e rosseggia
Su ’l mare la fresca mattina:
Da Cipri avanzando veleggia
4La nave crociata latina.
     A poppa di febbre anelante
Sta il prence di Blaia, Rudello,
E cerca co ’l guado natante
8Di Tripoli in alto il castello.

In vista a la spiaggia asïana
Risuona la nota canzone:
“Amore di terra lontana,
12Per voi tutto il cuore mi duol".
     Il volo d’un grigio alcïone
Prosegue la dolce querela,
E sovra la candida vela
16S’affligge di nuvoli il sol.