Pagina:Poesie della contessa Paolina Secco-Suardo Grismondi tra le pastorelle arcadi Lesbia Cidonia, 1820.djvu/14

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
2


lontano di letteratura. E qui sorge il dubbio se possan darsi o soffrirsi le femmine letterate. Due classi ravviso di giudici tra miei ascoltanti su questa causa ognor dibattuta, e non mai decisa, come noi fu mai dal principio del mondo la sorte di questa indivisibil metà del genere umano. Gli uni filosofi, austeri impongon loro gli obblighi di sommissione, di ritiro, di modestia, e sin d’ignoranza, ond’esser docili ad ogni autorità paterna e maritale, destinandole alle umili faccende domestiche, e alla prima educazione materiale de’ figli quando lor sia dato uno sposo e una dote per gran favore, o per compassione. Tal sistema fondano nella natura, che poca fra lor pon differenza, onde tutte si rassomigliano, ed han lo stesso fine dell’interiore regolamento delle famiglie dopo averle formate per passiva, e casuale fecondità.

Gli altri ancor più filosofi del tempo nostro mirando a presenti costumi, loro accordano un posto, ed anche il primo nella società, e già strappato alla man dell’uomo lo scettro, voglion ch’esse adornin l’ingegno colla persona, temprino la