Pagina:Poesie greche.djvu/30

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 22 —

Attide ti rincresce a me pensare,
     E ad Andromeda invece or vuoi volare?




Altra volta il sentimento
     Scuote a me l’Amor, siccome
     Piomba in querce al monte il vento.




Gli astri alla bella
     Luna da torno
     Celan lo splendido,
     Loro contorno,
     Allor che argentea
     E piena ella erra
     Sopra la terra.




Or ne venite, Grazie soävi,
     Venite, o Muse, belle le chiome.




Qual mai la mente infiammati
     Per donna ferità,
     Che a’ suoi talloni stringere
     Le vesti sue non sa?1




  1. Contro la sua rivale Andromeda, goffa nel vestire.