Pagina:Poesie greche.djvu/70

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

― 62 ―

Saggio è chi ciò sapendo
  Sa il proprio risparmiare,
  Ma pur sa nello spendere
  Equa misura usare.


37. Di. Eveno di Filippo.

S’è passione l’odiar, passion l’amore,
  Scelgo tra loro quella, ch’è migliore.

38. Di Eveno.

(parla la vite).

O capro, pur se mi divori fino
  Alla radice, co’ novelli frutti
  Al sagrificio tuo darò del vino.

39. Di Prassitele.

Prassitele me Amore
  Ritrasse dal model che avea nel core,
  E poscia, per mercede
  Di me medesmo, a Frine egli mi diede.
Non accendo co’ dardi,
  Ma ben ferisco chi fiso mi guardi.

40. D’incerto e secondo altri di Bianore.

Insaziato Caronte, si rapiva
  Da te così Attalo giovinetto?
  Non era tuo, se vecchio egli moriva?