Pagina:Poesie inedite di Silvio Pellico I.djvu/196

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

( 194 )

Prego che tu vi sia! prego che appresso
     Al nostro Volta, ad ambiduo sì caro,
     Con lui mi guardi, e m’impetriate accesso
     112Laddove col desìo già mi riparo!

Dio, salvator di molti amici miei,
     Ch’a te in vita e più in morte alzaro il core,
     Di te indegno e di loro io mi rendei;
     116A farmi degno, ti domando amore!


Poesie inedite deco.png