Pagina:Politici e moralisti del Seicento, 1930 – BEIC 1898115.djvu/212

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
206 anton giulio brignole sale


essere: e in cotal guisa non avresti trapassato con silenzio le cagioni ch’erano in fatti, mentre tutte le possibili narrato avessi. Massime che tu sei pur fornito di quel fiuto sí sagace e scaltro, che da ogni orma beh leggiera vanti di condurti a penetrare ne’ covili di qualunque sia segreto piú rinselvato. Onde il non aver ciò fatto in cosí nobile occasione non può a meno di non apportarli nota di una trascuraggine, purtroppo grande. Ed a chiarirla maggiormente, mira quanto facil era ritrovar dall’una e l’altra parte le probabili cagioni a te cosí ingegnoso, mentre a me, che son di cosí basso intendimento, non si nascondono.