Pagina:Polo - Il milione, Laterza, 1912.djvu/173

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

il milione 159


navi a queste Provincie portano e recano grande mercatanzie, tanto ch’è maraviglia a credere. Or ci partiamo di qui, e dirovvi d’un’altra verso mezzodí, c’ha nome Ligni (Lingiu).

CXVII (CXXXVI)

Della cittá che ha nome Ligni (Lingiu).

Quando l’uomo si parte di Signi, e’ va per mezzodí otto giornate, tuttavia trovando cittá e castella assai, e ricche e grandi. E sono idoli, e fanno ardere loro corpo morto, e sono al Gran Cane: la moneta sono carte. E a capo delle otto giornate truova una cittá c’ha nome Ligni, ch’è capo del regno. E la cittá è molto nobile, e sono uomeni d’arme. Ancora è la terra d’arti e di mercatanzia, ed havvi bestie e uccelli in grande abbondanza, e assai roba da mangiare e da bere. Ed èe in sul fiume che io vi ricordai di sopra, ed ha maggiori navi che l’altre di sopra. Or lasciamo qui, e dirovvi d’un’altra cittá c’ ha nome Pigni, ch’è molto grande e ricca.

CXVIII (CXXXVII)

Della cittá di Pigni (Pigiu).

Quando l’uomo si parte di Ligni, e’ va tre giornate per mezzodí, trovando castella e cittadi assai. E sono del Cattai, e sono idoli, e fanno ardere i loro corpi morti, e sono al Gran