Pagina:Polo - Il milione, Laterza, 1912.djvu/296

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
282 il milione


Non trovandosi nell’«ottimo» i primi capitoli (dal i al v incluso) li ho riprodotti anch’io, come il Bartoli, dal mgb., ii, 61 e dal ii, IV, 136. I paragrafi mancanti interamente al nostro ed agli altri magliabechiani ho sostituito coi passí che vi corrispondevano nel cod. di Berlino (si veda p. 145 e 253 sgg.); il prologo (p. 1), anzichè dal mgb., xiii, 73, come giá fece il Baldelli Boni, preferii riprodurre dal ms. padovano, che meglio s’accosta all’originale.

Dirò ancora che per la narrazione delle ultime guerre fra Argon e Acomat e dei loro successori (pp. 256-263) non mi sono sentito in grado di trascrivere per intero, e dare alla stampa, il testo berlinese, che continua anche allora a seguire, pedestre e prolisso, il testo francese, incespicando per di piú continuamente nell’interpetrazione; e perciò mi sono limitato spesso ad interrompere la citazione quasi subito dopo averla cominciata, o a riprodurla con numerose e ampie lacune1.

Non mi resta che a dire qualche parola sul metodo da me seguito nella riproduzione dell’* ottimo». Benchè il Bartoli abbia, come dice nella sua prefazione (p. lxxxii), «attentamente conferita col codice» la lezione del Baldelli, «a fine di correggere le sviste del primo editore», io avrei egualmente desiderato di rifare nuovamente questo lavoro di revisione, tanto piú dopo che mi accorsí che qualche inesattezza sfuggì anche al Bartoli. Ma tale mio desiderio non potè, per varie ragioni, venire adempiuto. La gentilezza del prof. Salomone Morpurgo, che riscontrò per me nel codice non pochi passí che mi parevano dubbi, mi permise però di riparare ad alcuni, sia pur lievissimi, guasti2: e di questo favore lo ringrazio qui pubblicamente. Qualche modificazione ho poi apportato

  1. Anche il Yule ha abbreviato grandemente, nella sua edizione, il racconto degli ultimi capitoli.
  2. Ecco le correzioni: p. 136, linea settultima: «e pesa questa forma da una mezza libra», invece di «e preso queste forma, dá una mezza libbra >> (Bart., 172); p. 227, lin. sestult.: «se togliesse uno uovo», dove il Bart. ha «togliassi uno uovo»