Pagina:Polo - Il milione, Pagani, Firenze 1827, II.djvu/534

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

497

Gallina lanuginosa del Fokien 146. descritta da Buffon i4". t. ir. 349. Gam a (\ asco) naviga all’India pel Capo di B-iona Speranza: lettera del Sernigi relativa alle sae scoperte S. M. lui. relazioni delle sue navigazioni lxìx. Gangala Reame 1 20. V. Bendala. O Gaspc; probabilmente il Porto di Ninpo, dettoCanfu dal Relatore Maomettano t.11. 33g. Garciuia Mangusta sa albero e frutto t. 11. 384- "N • Berci. Garofano albero, sua descrizione 109. Gastaìdi (Giacomo) credesi a sua diligenza delineata la carta del Salone dello Scudo S. M. evi. suo Tolomeo (ibid.) Gates, catena di Monti del Decan: descritta t. l’. 4’7~ Gatto Mammone generazion di Scimmia caudata 213. Gavi.il (Padre) sua storia dei Gengiscanidi: giudizio dell’Ope>a dell’Amvot S. M lxxxvu. citata t. 11. 364- 3? 1. Gavi tribù infame dell’India, forse i Paria: creduti gli uccisori di S. Tommaso Apostolo 174. t. 11. 414. Gas or città t. 11.482. Gazna (Imperio di) sua fondazione t. n. p. 284. GazzabIa qual contrada fosse 224. Geichon, il fiume Jaik t.11. 3o. Geluciialat lago: suo nome attuale: descritto; iv i particolare generazione di pesce t. 11. 29. 484. Gentil (le): suoi viaggi ne’mari delPIndie: citati t. 11. 371- 4>8. 4+l’4^iGemelli Carrebi suo giro del mondo cita’« t. 11.4^7. G esovesi ai tempi del Polo navigavano il Caspio S. M. xl. avi. Teodisio Dori a, c li gol ino \ iva Idi tentano di navigare all’Indie per la via di ponente: i Genovesi navigavano fino alle coste di Guinra xli.clxiv. viaggiavano finoaZaitun e a Carnbalu: loro arti per procacciarsi stabilimenti in f tri enti- xns.Nello scoprire vinaerò i Greci e i Romani cliii. si volsero presto alle navigazioni e ai tra ilici cli V. Ardita impresa del Tango r dei suoi compagni cu 11. Seppero die rAffrica era accerchiata dal mare clix. Kpocadelle prime loro navigazioni nell’ Atlantico clxIii. Vadinoe Guido \ i vaidi n^vi^aiM» lungo I’ Yffrir.i per giungele allr fruii’» CLXIII. Scoprono leC marie r.nvi.le isole di Madera e di Por lo Salato clxvìii. scopersero pi ob ibi.mente le AzoridiS. M. clxix. perchè rimanessero oscure le loro scoperte nell’Atlantico CLX.X1I. t. 11. 3o. 3Í2. Gengiovo XAmomus Zingiber: descritto 100. Gengiscan primo Imperador dei Mogolli: suoi antenati; suoi vari nomi: perchè detto Temutchin; Petis de laCroix,e ilGaubil ne scrivono la storia: encomiato dal Polo t. 11. 1 i3.sue guerre col Prete Gianni n4. sua morte^ sepolto nel Monte Aliai; 115. suoi successori 216-. legislatore civile e religioso de’Tartari 120. come ordinasse gli eserciti tartarici 123. Gengiscanidi loro caduta M. xxv. nomi e cronologia dei descendenti di Gengiscan t. 11. 116. Ge.vgui: forse Tcliu-ki nel T^he-kiang t, 11. 345Geografia quando perfezionata S. M.lxv» utilità della geografia tìsica x.lix. era più adulta nellaCina,che in Europa nel secolo decimoterzo cvm. Gerbellino. V. Zibellino> Gesuiti encomiati.-servigicke rendono alla Religione; alle lettere: alle scienze: alla geografìa: penetrano nel Giappone ■S.M.lxxiv.ìI P. Ricci penetra nella Cina: vero scopritore del Catajo ’,x\ix> apologisti del PoIolwxi 11.protetti da Cha.yhi ixxxv. loro relazione dclPambasciata di Siamxxxxvi.Lettere Edifican ti lxwvuu Gh ainou V, Cainilu: vi sono perle e turchiese-; ivi costumanza infame, confermata da Bernier 107. vi usa moneta di sale 108. Giiusarat. V. Guzzerat. Giaoe dette dai Cinesi Ju-che: trovansi ne’lìurni di Khoten 1.11.88.diPeym8a» di Ciarcian 90. Giandu residenza di Cublai: fatta edificare da lui. suo palagio descritto 59. Giappone S. M lix. lxx. vi penetrano i Gesuiti lxxiv. d’onde originar) i suoi abitanti t. 11. Hii. adoratori di Budda: lì 11 da cjuel tempo Jlii.loro iatte/./.e 3Ü3. ardono e seppelliscono i morti 3l»4. V. Zipangu. Giardini d. tti all’Inglese: imitazione ilei Cinesi: loro amenità: ne dilatano il gusto Kcnt e Brosvn:allii f rancese: invenzione it.diana: pi imi modelli di essi l’olx«li, Pratolino, Ctprarola: arte maravigliosa di iCin«’«i uel piantare 1 giardini t. 11. 1 í i. e seg. Guva; Stfi iadell ibola «liSt.iiiilurd llallíes