Pagina:Pona - Monte Baldo, 1617.djvu/92

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


72 DESCRITTIONE Libiv. al codaJpecie, fi come dianzi offerito Andrea Cefalo ino.^uefio cip0 fienza alcun ordine da rotondo cauleto di natura Jean dentea fono prodotte,fi come à certa lunghezza giunto eh egli e,fiun tanodiuerfiramufcelli, coi quali alleluine fante attaccanti, tìff fiP™ di- quelle formontandòalcunavolta fino all altezza di xxx, piedi /innalza. Produce fiore di Gelfìmi.,. -, no fnde le natene il nome,) in cinque punte dipinto, di conò Ine. 1 larefangu’gno, nel cui mezo cinquefiUmenta fi nodrifiono, nellafommità de quali alcuni apici fiàno pendenti,per lo che, anelilo fiore molto grato nefee: gli cauleti che queUififtentano fino di quattro dita lunghi, ciafcuno de quali trc^> quattro ftfi finofette, & otto fiorififlengow: produce tifine filmile alla Secala di color nero,nell’wferiorparte alquanto craffo, nella fuperiore appuntato,&rinchiufo a cab» ce formato difottilijfìrna membrana, nel quale bora vno, (éfi alcuna volta tre ir quattro fimi fono comprefis quefìo calice alla maturità peruenuto acqui/ta forma, grandezza delfinte di Merauiglia di "Perù. Tutta la pianta e difuoco latteo ripiena, il quale tra le dita Broppicciato rende affai Odore, grato odore s Hfu°fip°re * com ^ fischio con alquanto Natura d’acrimonia congiunto. e/i noi riefeepianta annua. Eutii ancora il noBro T raffi Cipero dolce, che fi mangia, detto dal Guilandini Dulcichino,; da Fabio Colonnafu filmato Malinathala di Plinio, & fiimo ancora, chefoffed’Anthalio del medejìmo Astore. lo tengofènici alcun dubbio > quefl a pianta douerjd porre tra quelle, che nè caule,nè fiore,è fime produce, ma filo con la propagai ione delleproprie radicifi mantenga, lo l’ho offir‘nata moli’ anni fino cedutafimpre fìpra terrafin^ alcun