Pagina:Praga - Le madri galanti.djvu/37

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 37 —


Collalto.

Avete una figlia, signora?

Anna.

Si.... è ancora una bimba. — Mia cara Matilde, noi dimentichiamo lo spettacolo.

Matilde.

Vengo.

Anna.

Andiamo. — Signor Collalto, a rivederci dunque.

Conte.

(ad Anna). A che ora debbo venirti a prendere?

Anna.

Oh! molto tardi.

Barone.

Non incomodarti, amico. Mia moglie e io siamo a disposizione della contessa. La riconduremo nella nostra carrozza.

Anna.

Il signor Salvi rimane?

Salvi.

Sì, contessa, se permettete. (il conte accompagna tutti fuori).


SCENA XI.

Salvi, Camilla.

Camilla.

(entrando confusa). Oh siete solo!