Pagina:Praga - Le madri galanti.djvu/53

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search


Non lo so. Del resto sappiate che m' indirizzavo appunto a casa vostra. Matilde A casa mia? Salvi. Si, per affari d'importanza. Matilde. Se la è così, andiamocene; perdonate, amica, ma sono affari d'importanza. Salvi. No, non pigliatevi tanta briga, signora. Anna. Il signor Salvi ha .ragione , mia cara, questa è casa vostra. Salvi. Vedete, la contessa è tanto gentile.... Matilde. Ma.... Anna. Io mi ritiro nel mio gabinetto di toilette, avete tempo due ore da chiacchierare. Salvi. Vedete, la contessa si ritira; approfittiamone. (Anna