Pagina:Primi poemetti.djvu/127

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

IL BUCATO


i


Viola entrò col secchio su la testa,
e su gli arguti zoccoli ristette
3presso la conca, e disse: “Ora sei lesta?„

“Mamma!„ Rosa chiamò “non ci si mette
due gusci d’ova?„ Rientrava lenta
6la madre con un suo fascio di vette.

”Eccoli„ disse. ”Quella legna stenta
a prender fuoco, e questa era pel forno;
9ma la riposi dopo la sementa:

è asciutta bene. Il babbo cerca, intorno
casa, quel ciocco (dove è mai?) del pero
12dal vischio. Oggi ce n’è per tutto il giorno.

E i ragazzi, io mi struggo, io mi dispero,
rincaseranno fradici, se pure...
15Ma sento (se Dio vuole, ecco un pensiero

di meno) il babbo lavorar di scure„