Pagina:Primi poemetti.djvu/197

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

il focolare 177


e la tempesta rompe aspro col petto
maledicendo; e qualche sua parola
66giunge a quel mondo placido e soletto,

che veglia insieme; e il nero tempo vola
su le loro soavi anime assorte
69nel lungo sogno d’una lenta fola;

mentre all’intorno mormora la morte.