Pagina:Progetto di una ferrovia da Treviso per Feltre e Belluno.djvu/1

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

665


Alla Spettabile Deputazione Provinciale

di

BELLUNO.


Per rispondere adequatamente all’invito fattomi da codesta Spettabile Deputazione colla sua Nota del 3 p. p. Luglio N.° 333, nelle quale mi si richiedeva una relazione sull’approssimativo costo complessivo di una Strada Ferrata da Treviso a Belluno sulla sponda destra del Piave, ritenuto che sia da costruirla coi sistemi economici come linea secondaria e complementare, però a sezione ordinaria, ho creduto necessario di far precedere alla stessa una diligente visita locale in concorso del Segretario del Comitato ferroviario a questo scopo costituito, nei giorni 17. 18, 19 Luglio p. p., allo scopo di formarmi un concetto concreto della località e di raccogliere le diverse idee in proposito ventilate da chi ebbe in antecedenza a portare i suoi studii nell’argomento.

Una linea secondaria che si voglia ricavare in una vallata come quella della Piave, alquanto tortuosa e che presenta a tratti dei larghi bacini di dejezione e delle strette gole tra falde rocciose, deve ammettere come base, delle pendenze e dei raggi di curvatura, che dovrebbero studiosamente evitarsi sopra linee di interesse primario.

Credo quindi adottabili delle pendenze sino al limite del 10 p. 00/00 e delle cui di raggio minimo di M. 300, purchè interrotte, ove cadono a flesso con-