Pagina:Progetto di una ferrovia da Treviso per Feltre e Belluno.djvu/9

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

DA TREVISO PER FELTRE E BELLUNO 673

È questo il punto capitale e più arduo a risolvere in questa tratta. Le gravi difficoltà che si incontrano a superare la elevata costiera sotto Pasa dove la ferrovia non potrebbe appiccarsi al ciglione a picco roccioso senza importantissimi e costosi tagli, od appoggiarsi sul mal fermo piede della falda franosa, mi indussero a proporre la tratta segnata nell’unito tipo, nella quale mi proposi per punto obbligato l’altezza di quasi 40 metri sul letto del fiume sotto Pasa. A raggiungere questo scopo mi era necessario tentare il passo del Cordevole a circa un chilometro e mezzo a monte del ponte attuale di Bribano, tagliar sotto le fucine il colle di Pat, onde ottenere anche il materiale per le rilevanti arginature occorrenti da un lato per accorciare il ponte di traversata della val di Cordevole e dall’altro lato per traversare la conca della valle di Crasale sotto Sedico, e per appoggiare la strada a convenienti altezze sulle falde meridionali del colle di Pasa. Il tronco da Pez al colle di Longan misura la lunghezza di circa 44 chilometri. Supposto che la traccia della ferrovia si trovi a Pez all’altezza di metri 25 sul Piave, e che il Piave abbia in questa tratta una pendenza media del 5 p. 00/00 dando alla ferrovia la pendenza del 6.50 p. 00/00 s avrebbero guadagnati sul letto del fiume sotto Pasa altri m. 21, e raggiunta quindi la elevazione di oltre m. 40 ivi richiesta come sopra si disse. Questo piano però esposto in via di semplice proposta ha bisogno di essere tentato col livello alla mano sul terreno prima di venire ammesso, non vestendo questa mia proposta che il semplice carattere di un suggerimento.

Raggiunto benchè in trincea di alcuni metri l’avvallamento dietro il ciglione sotto Pasa, la linea dovrebbe continuamente sostenersi sulla costa fino oltre Gorg, opportunamente curveggiando per approfittarsi della naturale disposizione del terreno a scaglioni, sostenendosi in parte con muri verso la valle, in parte tagliando la costa e difendendosi con muri di controriva. I tratti più difficili trovansi ai passaggio della invallatura sotto Sochieva, e del burrone sotto Baldeniga il quale richiederà la costruzione di un viadotto alto poco meno di 40 metri e lungo circa m. 150. Opportunamente maneggiando le livellette credo non sarà difficile il raggiungere l’altipiano di Belluno tra Gorg e Prade, traversare ivi la strada Postale e correndo paralello alla stessa far capo al bel piano a nord-ovest della città sotto la Vignetta limitato ad un estremo dalla valle dell’Ardo.

Il primo tronco di questa tratta della lunghezza di circa chilometri 40 sarà di lieve costo relativo come si disse; non così il secondo tronco dall’incontro del Cordevole a Belluno della lunghezza di circa chilometri 15, sia per la costruzione del ponte sul Cordevole di oltre m. 450 di lunghezza (l’attuale sulla postale a m. 1500 circa a valle ha m. 288) sia pel forte taglio del colle sotto le fucine di Pat, pel sovrapassaggio della postale a Sedico e pel ponte sul Crasale, sia per l’alto viadotto accennato del burrone di Baldeniga, sia finalmente per le molte opere di sostegno e di difesa necessarie per sostenersi sulla falda della lunga e tortuosa costiera da Longan a Gorg.