Pagina:Proverbi, tradizioni e anneddoti delle valli ladine orientali.djvu/128

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

— 124 —

compagnia, canquĕ i è statʼ stuffes dĕ ballér, i sʼ a mettú a pè dĕ dèsc a magnér e i a fatt come una nozza. Una dĕ queste segnóres quĕ era a pè dĕ dèsc a vedú quèst cazzador e lʼ a fatt moto quĕ el vaghĕ itĕ e quèst va itĕ e i i a dat ènche a quèst da magnér, ma lʼ era dut insóus. Quèst cazzador íe domanna sél e el sĕ a salá so magnér e dige: “Sora el segnórĕ Dio non è segnor, sora el sél non è saor”, e ditt quĕ lʼ a sta parola è desbanní dut e el è restà sentá sun un sas.

El louf e el cortéll da nèf crouges.


Pellegrin da Soppéra stašèa ta Gries ló quĕ adés lʼ è qui dĕ Cíchol. Lʼ aèa tròppa vaches, un béll chuséll1 dĕ feides, quatter chavai, champes e pré sa mont. Coi chavai el gia via e ca dĕ sta monts a condúr roba per sé e per la gènt.

Da isciúda el vegnía coi chavai charié ca dĕ Gherdèna2 e canquĕ lʼ è stat sun son, i no volèa piú gir. El va dant a vedér quĕ quĕ sará. Lʼ era un gran

anzi conobbe essere fra gli altri anche il suo. Questa compagnia, quando fu sazia di ballare, si mise a tavola a mangiare e fece come una specie di nozze. Una di queste signore, che erano a tavola, s’accorse del cacciatore e gli fece segno, che entrasse; egli entra e fu dato da mangiare anche a lui, ma tutto era da salare. Il cacciatore domanda loro del sale, con cui si condisce il cibo dicendo: „ Sopra Dio non c’è signore, senza sai non c’è sapore. " Detto che ebbe ciò, tutto svanì ed egli si trovò seduto su d’un sasso.

Il lupo ed il coltello dalle nove croci.

Pellegrino da Soppera abitava a Gries là, ove adesso dimorano quelli di Cichol. Possedeva molte vacche, una bella mandra di pecore, quattro cavalli, campi e prati in montagna. Coi cavalli passava e ripassava le montagne conducendo roba per se e per l’altra gente. In primavera allorché venendo egli coi cavalli carichi da Gardena giunse in cima del monte, i cavalli non voleano più andar avanti. Egli va loro innanzi a

  1. da claudere — dausum — dausellum (ovile).
  2. son = som.