Pagina:Quattro canti militari dell'antica Grecia.djvu/8

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search







che è di tutti i tempi; sono figli del vero, la cui vita non ha tramonto. Per questo non ci troverete un sol Mito che li separi dalla civiltà d’oggidì. Seguitiamone il grido, traduciamone in atto il sentimento quando che sia, se il nemico ci assalti... Noi felici se avvenga che un eco ci ridestino in petto le voci degli avi nostri! — Essi furono forti perchè prudenti; e furono invitti insino a tanto che prudenti e forti si seppero conservare.

SEVERIANO FOGACCI