Pagina:Raccolta di proverbi bergamaschi.djvu/9

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

9

poi una raccolta di proverbj dovrebbe essere come un manuale della moralità e della esperienza ereditate dal senno antico, così qua e là mi permetto brevi osservazioni, che molte volte prendo ad imprestito dalla altrui sapienza.

Quanto alla economia del presente lavoruccio, mi sono attenuto alle divisioni adottate dal Giusti e poi seguite da pressochè tutti i raccoglitori di proverbj; così, per questo lato almeno, non ci sarà da ridire. Ci sarà invece molto da ridire sul resto, e sarò più probabilmente appuntato di molte omissioni: di questo, come di tutti i benevoli appunti, sarò riconoscente, e la mia riconoscenza crescerà a mille doppj, se si vorrà ajutarmi a riempire le lacune ed a correggere i difetti di questo mio lavoro. Quantunque persuaso che molti vuoti rimangono in questa mia raccolta, non ne ritardo più oltre la pubblicazione, perchè, raccomandata alla benignità de’ miei concittadini, potrà crescere di volume e scemare di difetti.