Pagina:Regno di Sardegna Regio Editto 30 settembre 1821 bis.djvu/4

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
4

di Governo, e sostenerne lo sconvolgimento, sotto le seguenti restrizioni, e cautele.

II. Saranno esclusi dal benefizio dell’indulto coloro, che sono riconosciuti, o si riconosceranno in avvenire, capi, autori, o promotori delle congiure, e sommosse con premeditato consiglio per procurare lo sconvolgimento del Governo.

Coloro, nelle case de’ quali scientemente si sono tenute le adunanze per concertare li piani, e le direzioni per eseguirli.

Coloro, che con spargimento di danaro, lusinghe o promesse, hanno smossa, o tentato di smuovere la fedeltà delle nostre truppe per l’oggetto avanti espresso.

Coloro, che, preposti alla istruzione e cura della gioventù, la fecero traviare, e prender parte nei seguiti attruppamenti al fine predetto.

Coloro, che con scritti sì stampati che manoscritti, e disseminati, insinuando il disprezzo delle leggi, e forma di Governo de’ nostri Stati prima dell’abdicazione del Re Vittorio Emanuele, mio amatissimo fratello, promossero l’introduzione di nuove forme.

Coloro, che dopo la dichiarazione nostra del 16 marzo scorso cercarono con scritti incendiarii d’insinuarne la falsità, e farla riguardare non emanata da nostra libera volontà, animando i sollevati a sostenere lo sconvolgimento; o si opposero colla forza e violenza alla promulgazione delle nostre Reali intenzioni.

Coloro, che si dichiararono capi, direttori, o membri dei Consigli de’ così detti Federati, o si misero al comando di essi, e li diressero facendo quindi parte dell’armata ribelle.

Coloro, che con manifesta insubordinazione contro i loro Superiori militari, o nelle piazze assunsero eglino stessi il comando degli uni, o delle altre per promuoverne, e sostenerne il detto sconvolgimento.

E finalmente coloro, che per promuovere e sostenere lo sconvolgimento si fossero resi colpevoli di omicidio, estorsione di danaro in proprio vantaggio dalle casse pubbliche o comunali,