Pagina:Regole della Giurisdizione e Communità di Segonzano, 1609.djvu/28

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
22


carro a qualcheduno, o qualche lavorante prometterà di servir, e lavorar a qualche persona, e di poi non anderà come hà promesso il bojaro paghi al Commune charentani quattro, ed il lavorante paghi carentani due, e quello, il quale prometterà il prezio d'un giorno, eccettuando però se avesse fatto con giusta causa, e quello al quale prometterà di servir.

Di quelli, che caveranno le strade, overo vie

publiche.

CAPITOLO LXX.


XXVI. ITem statuimo, ed ordiniamo, che se qualche persona caverà, overo guasterà con zappe, paldeferri, over con ogn' altro istrumento, o modo senza causa legitima qualche strada, o vie publiche, over metterà acqua per le strade, sia castigato, e condannato in trè lire di bona moneda da Marano, per cadauno, e cadauna volta, e refaci le vie destrutte, la qual pena la mità sia applicada al Commune, e l'altra metá all'accusatore, e si credi a quello, over a qualunque altro testimonio, se sarà di buona openion, e fama, con giuramento.


Regole della Giurisdizione e Communità di Segonzano, 1609 (page 28 crop).jpg


Delle