Pagina:Rime.diverse.in.lingua.genovese.Bartoli.Pavia.1588.djvu/72

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

ZENEIXE 73

Che tant'egua dai oggi m'usa insi
5Ch'un diluuio segondo tornereiua,
Se con ri lampi l'egua no sciugasse.

E se l'egua ro fuogo no amortasse
Questo reuerso mondo bruxereiua
Che in ogni muoo in fuoego ha da finì.


SE con un Zoue vnna Fantinna auanti
Ballaua in Chiazza, ò in quarche Caminà,
Moè se lassaua ra so man toccà
Che à ghe porzeiua ro mandillo auanti.

5E aura senza mandillo, e senza guanti
Con ro Zoue ogni Figgia usa ballà
E se lassa ra man belletegà
E fregasera ben da ri Gallanti.

Che a fà ri fetti suo dixe ogni figgia
10No s'imbratta re moen ra gente moè,
Si che ri guanti fan per chi hà sprauè.

Ni chiù ballan chianin per honestè
Mà mennan sottro son si ben ro pè
Che suan forte, e sua chi re piggia.


SE questa è neiue chi ven da ro Cè
Come a ra sò gianchezza vei me pà
Come diauo ghe puoe drento stà
Ro fuoego, chi me bruxà si crudè?