Pagina:Rivista italiana di numismatica 1888.djvu/147

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
122 cronaca


Finalmente, presso Rionero nelle Puglie, fra gli avanzi sotterranei di alcune antiche fabbriche, che sembrano appartenere ad edificio termale, si raccolsero molte monete romane imperiali, colle quali si trovarono alcune monete di Turio.

Le antiche monete americane. — Gli scrittori spagnuoli ci hanno trasmesso varie notizie intorno alle monete di rame che avevano corso fra gli Indiani d’America al tempo della conquista. Il Sig. Désiré Charnay, nel Bulletin de la Société d’Anthropologie di Parigi, basandosi sulle testimonianze di quegli storici, e sulla scoperta di un ripostiglio fatta nei dintorni di Oaxaca, sostiene che nel Messico tali monete avevano la forma di una piccola scure. Torquemada, nella sua, Monarquia indiana, dice appunto che gl’Indiani «usaban mucho de unas monedas de cobre, casi de hechura de Tau T. de anchor de tres, ó quatro dedos, y era planchuela delgada, unas mas, y otras menos, donde havia mucho oro».

Una raccolta di gettoni. — Leggiamo nella Revue Belge, che il Gabinetto Numismatico della Biblioteca Reale di Bruxelles ha acquistato dal Barone L. Geelhand di Merxem una ricchissima collezione di gettoni, la quale viene a far seguito alla splendida serie di medaglie artistiche concernenti i Paesi Bassi, ceduta dal Barone alla stessa Biblioteca nell’anno 1865. Pei soli metalli preziosi, la detta collezione offre 615 gettoni in argento e 11 in oro.

Furto di monete. — Un grosso e deplorevolissimo furto ebbe luogo a Parigi nella notte dal 15 al 16 Marzo. Nell’abitazione dei Signori Rollin e Feuardent, i ben noti negozianti d’antichità, furono rubate monete d’oro romane, bizantine, francesi e monete greche d’argento pel complessivo valore intrinseco di L. 30,000, rappresentanti un valore commerciale di oltre 400,000 lire. — I Signori Raccoglitori, negozianti, orefici, ecc., a cui qualche indizio di tal furto venisse a cognizione sono vivamente pregati di dame immediatamente avviso ai suddetti Signori Rollin e Feuardent, Place de Louvois 4, Parigi.

Vendita Hirsch. — Della collezione Hirsch, di Monaco è uscito teste il catalogo di vendita redatto dal prof. Luppi.