Pagina:Rivista italiana di numismatica 1888.djvu/315

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
282 francesco gnecchi

nuovo fra i medaglioni d’Adriano. Antonino Pio ne fece una copia fedelissima e forse anzi si servi dell’identico conio, come mi pare di poter argomentare esaminando i due rovesci, che non presentano la benché minima diversità.

FAUSTINA JUNIORE.

MEDAGLIONE DI BRONZO.

(Diam. mill. 39).


6.° Dopo il N. 107 di Cohen.

D/— FAVSTINA AVG • PII • AVG • FIL •
Busto a sinistra.

R/ — Anepigrafe.
Faustina (o Venere?) seminuda sta seduta a sinistra. Si appoggia colla mano sinistra al sedile, mentre colla destra offre un elmo (?) a Marte (?) che le sta dinnanzi, tenendo un oggetto indistinto nella destra e un parazonio nella sinistra. Alla destra di Marte una corazza.


Il medaglione è in istato assai cattivo di conservazione, principalmente pel rovescio; pure ho creduto opportuno riprodurlo, trattandosi di un rovescio; affatto nuovo fra i medaglioni di Faustina.

LUCIO VERO.

MEDAGLIONE DI BRONZO.

(Diam. mill. 38).


7.° Dopo il N. 109 di Cohen.

D/ — L • VERVS AVG • ARM • PARTH • MAX •
Busto laureato a destra col paludamento e la corazza.

R/ — Anepigrafe.
Su di un palco collocato a destra Lucio Vero sta arringando due Soldati di cui uno armato di lancia e