Pagina:Rivista italiana di numismatica 1888.djvu/521

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
474 solone ambrosoli

sarebbe allora un nuovo medaglista sconosciuto da aggiungere ai Médailleurs Italiens dell’Armand. Ma prescindiamo per ora da queste iniziali, ed esaminiamo la questione sotto altro aspetto.

Anzitutto, qual è la persona in onore della quale fu eseguita questa medaglia? Un Fugger; — i Fugger erano d’Augusta, ed appartenevano ad una famiglia di negozianti che aveva saputo conquistarsi un posto più che onorevole in quella Atene tedesca.

Nel Sec. XVI, Augusta era la più importante città di commercio nella Germania meridionale, e divideva con Norimberga il vanto di essere intermediaria pel traffico dell’Italia col Settentrione, e dell’Oriente coll’Occidente. Le relazioni coll’Italia promossero lo sviluppo delle arti e delle scienze; e col favore delle enormi dovizie accumulate da’ suoi industriosi cittadini. Augusta divenne il centro della cultura tedesca.

In questo ambiente artistico e squisitamente civile, la famiglia Fugger teneva il primato per la ricchezza, per lo sfarzo, e per la protezione accordata generosamente alle arti ed alle scienze.

Il capostipite dei Fugger era stato un semplice tessitore del Sec. XIV; arricchitisi man mano colla mercatura, erano cresciuti di potenza, si erano imparentati colle più nobili famiglie, ed erano stati ascritti essi stessi alla nobiltà dall’imperatore Massimiliano.

Ma fu ai tempi di Carlo Quinto che la famiglia Fugger raggiunse il colmo del proprio splendore. Quando, nel 1530, l’Imperatore tenne la Dieta di Augusta, alloggiò nella magnifica casa di Antonio Fugger, padre (come vedremo) del nostro Gerolamo. Nello stesso anno, Carlo V elevò Antonio e suo fratello Raimondo alla dignità di conte, diede loro Kirchberg e Weissenhom in proprietà ereditaria, conferì loro la giu-