Pagina:Rivista italiana di numismatica 1889.djvu/156

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

Alcune monete inedite


DI


MAGNA GRECIA




LUCANIA AUSTRALIS.


SYBARIS.


Didramma.

D/ — Bove retrospiciente, a rilievo. Ha in testa una corona di globetti, ed alla estremità della coda si scorge il fiocco bipartito, anch’esso adorno di globetti. All’esergo MV; al di sopra del bue altro MV. Meandro d’intorno formato di due circoli concentrici, tra cui un ornato a volute e globetti. All’esergo, ornato a globetti.

R/ — Il medesimo bove del dritto in incavo. Meandro a linee dritte ed incavate all’ingiro; all’esergo una linea incavata e perfettamente liscia.

Arg. Mod. (Scala di Mionnet) 8. Peso gr. 7,55 (f. d. c.)


Il trovare due volte impresso, su di un medesimo lato della moneta, il nome della città, è cosa del tutto nuova, e vieppiù accresce l’importanza del fatto altra simile ripetizione su di un diobolo Metapontino, dell’istessa epoca del Sibarita.

E perchè non s’abbia a credere che, sobbalzando le due monete sul conio, abbiano ricevuto così, di