Pagina:Rivista italiana di numismatica 1890.djvu/322

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

BIBLIOGRAFIA




LIBRI NUOVI.


Imhoof-Blumer und Otto Keller. — Tier- und Pflanzenbilder auf Münzen und Gemmen des klassischen Altertums (Figuare d’animali e di piante su monete e pietre incise dell’antichità classica). Lipsia, Teubner, 1889. — Un vol. in 4 di pag. X-168, con 26 tav. in fototipia.

Già da vari anni il distinto filologo ed archeologo tedesco Ottone Keller aveva fatto oggetto delle sue indagini i nomi ed i tipi sotto cui ci furono tramandati gli animali dall’antichità classica, nonché le loro attinenze colla storia della civiltà greca e romana. Egli era andato sempre più convincendosi ohe la numismatica e la glittica potevano fornire un sussidio prezioso a tale ordine di studi, e che in ispecie i tipi monetali relativi dovevano essere annoverati fra i monumenti più importanti, e più valevoli a gettar luce su quest’argomento. Nel frattempo l’amico suo Dr. Imhoof-Blumer, il valente numismatico svizzero di cui sono ben noti i lavori sulle monete greche, nel formare una vasta collezione d’impronte allo scopo di pubblicare un atlante di tipi, ne aveva raccolto anche una cospicua serie con figure d’animali e di piante. Caso volle che il Prof. Keller, allora insegnante all’Università di Praga, si recasse a Winterthur per visitare l’amico; egli fu colpito dall’idea del vantaggio che si poteva trarre pe’ suoi fini scientifici speciali da quella serie, e propose ad Imhoof-Blumer di pubblicarla, offrendosi alla propria volta di completarla con impronte di pietre incise. Questa è l’origine del libro che ci sta dinanzi, e che, a malgrado delle gran-