Pagina:Rivista italiana di numismatica 1891.djvu/187

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

il ripostiglio di como 171

discorso a lungo, devono essere trasportati a Giangaleazzo, le tre monete colle secchie e col cimiero cristato devono essere lasciate a Galeazzo II, specialmente perchè il pegione col cimiero cristato presenta troppa somiglianza con quelli di Pavia, che nessuno, credo, vorrà togliere a Galeazzo II.

Si avrebbe insomma una soluzione non priva di eleganza, inquantochè i tipi si aggrupperebbero naturalmente, e la scarsa monetazione di Galeazzo II formerebbe almeno un tutto omogeneo, con distintivi propri ed affatto peculiari.