Pagina:Rivista italiana di numismatica 1891.djvu/363

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

museo comunale di trento 311
R/TR POT XV COS III S C

La Pietà fra due fanciulli volta a sinistra tiene un bambino su ciascun braccio (Anno 161 d. C.).


FAUSTINA juniore.


38. Medaglione di Bronzo. — Dopo Coh. 100.

D/FAVSTINA AVGVSTA

Busto a destra.

R/SALVS (all’esergo).

La Salute seduta a sinistra tiene nella destra una patera in atto di nutrire un serpente, che si stacca da un’albero, presso al quale v’è una colonnetta sormontata dalla statua di Roma; a suoi piedi uno sgabello (?).
Tiene il gomito appoggiato al seggio, sul quale vedesi effigiata la statua della Speranza. Nella parte inferiore del seggio, griffo alato.

Diam. mill. 39. Peso gr. 49,90.

(Tav. XVII, N. 3).


Questo magnifico medaglione è certamente il pezzo più importante del Museo di Trento, quantunque la conservazione eccellente al dritto, lasci qualche cosa a desiderare nel rovescio. Il busto di Faustina è forse il più artistico di quanti si vedono sui medaglioni di questa imperatrice (Vedi i diversi medaglioni riportati nell’opera del Froehner: Les Médaillons de l’Empire Romain). Il rovescio ci offre per la prima volta la rappresentazione della Salute, sconosciuta finora sui medaglioni di Faustina giovane, mentre è abbastanza frequente su quelli di Marc’Aurelio.


LUCILLA.


39. Gran Bronzo. — Dopo Coh. 46.

D/LVCILLAE AVG ANTONINI AVG F

Busto a destra.

R/CONCORDIA S C

La Concordia seduta a sinistra con una patera e la cornucopia.


COMMODO.


40. Denaro. — Dopo Coh. 150.

D/M COMM ANTON AVG PIVS BRIT

Testa laureata a destra.