Pagina:Rivista italiana di numismatica 1891.djvu/446

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

con l’aggiunta di qualche altra città: di che spera occuparsi il padre dell’estinto, non appena il dolore ancor troppo vivo gli consentirà di farlo con la necessaria calma.

Di pubblicazioni, oltre l’accennata, non si ha altro di lui, fuorché due articoli sopra una stessa moneta di Rubi, uno inserito nel Bull. dell’Ist. germanico, 1878, pag. 173 e e seg., l’altro nella Riv. Italiana di Numismatica, an. III, fasc. III, 1890. Avrebbe certamente raccolto qualche onorato frutto dalle sue cognizioni e dalle sue fatiche, se una morte prematura, cagionata da virulenta febbre infettiva, non lo avesse rapito ai prediletti suoi studi in men di 12 giorni, ai 9 Febbraio 1891, non compiuti ancora 40 anni di vita!




FERDINANDO GREGOROVIUS.


A Monaco di Baviera, è morto lo storico ed archeologo insigne Ferdinando Gregorovius. Quanti hanno consuetudine cogli studj storici sanno chi fosse il Gregorovius e conoscono la sua magistrale Storia della città di Roma nel Medio Evo.

Un suo contributo numismatico fu quello consacrato alle monete di Alberico, principe e senatore romano, compreso nelle sue Kleine Schriften zur Geschichte und Cultur, vol. I (Lipsia, Brookhaus)1.



  1. Die Münzen Alberichs, des Fürsten und Senatore der Römer.