Pagina:Rivista italiana di numismatica 1891.djvu/483

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

appunti di numismatica romana 425

XX.

CONSTANTINOPOLIS ― ROMA


RICERCA INTORNO ALL’EPOCA D’EMISSIONE DEI PICCOLI BRONZI ANONIMI

COLL’EFFIGIE DI COSTANTINOPOLI E DI ROMA .


«Occurrunt in museis omnibus numi qui seu Constantinopolis seu Romae nomine inscribuntur, et qui peritorum omnium judicio, imperante Costantino, aut filiis signati creduntur.» Cosi l’Eckhel1 colla sua solita giustezza di vedute, seguendo il quale, i posteriori numismatici fino al Cohen attribuirono all’epoca di Costantino o de’ suoi immediati successori i pochi medaglioni e i numerosi piccoli bronzi, portanti al dritto le accennate leggende col ritratto simbolico delle due città, e con isvariate rappresentazioni al rovescio.

Ma se tale attribuzione può essere accettata senza restrizione pei medaglioni, non sarà inutile una prudente distinzione per quanto riguarda i piccoli bronzi. Una grande quantità di questi, anzi la grande maggioranza, appartiene senza dubbio come i medaglioni a quest’epoca, perchè le dimensioni, la fabbrica, i tipi concordano mirabilmente coi bronzi di Costantino Magno, Crispo e Costantino II, come pure vi

  1. Doctrina Numorum Veterum, Vol. VIII, pag. 96.