Pagina:Rivista italiana di numismatica 1892.djvu/155

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

bibliografia 149

numismatiche. Sono parecchie le pagine in cui vengono indicati oltre a venti raccoglitori numismatici, e nessun altro. In quelle, che non sono completamente numismatiche, vi figura timidamente qualche bibliofilo o filatelico perso sempre nell’abbondanza e nella prevalenza assoluta dei numismatici. Ma la ragione di tale squilibrio? E presto detta. Per i raccoglitori di tutto il mondo, fuori della Francia, s’è creduto potesse bastare il riportare in compendio la nostra Guida Numismatica; col che. ossia dicendo la verità, ma solo in parte, l’autore dell’Annuaire ha attribuito alla Numismatica un’estensione e un’importanza a cui nessuno ha certo sognato ch’essa potesse e dovesse aspirare.

Per dare un solo esempio abbastanza eloquente, a Roma tra i 64 collezionisti citati, più della metà ossia 34, lo sono di monete o medaglie (tolti appunto dalla Guida sopracitata). Raccoglitori di quadri invece... nessuno! I quadri a Roma non si citano che incidentalmente in mezzo a cento altri oggetti presso due antiquarii!

L’Annuaire dunque potrà essere eccellente per la Francia; ma è assolutamente nullo per i raccoglitori che si interessano di qualche altra parte dell’orbe terracqueo.... a meno che siano numismatici!

F. G.


Ἀναγραφὴ τῶν νομισμάτον τῆς κυρίως Ἐλλάδος, ὑπὸ Ἰωάννου Π. Λάμπρου. — Ἀθήνασιν, 1891.

Sotto questo titolo, il Sig. Lambros di Atene si propone di pubblicare una illustrazione delle monete antiche appartenenti alla Grecia propria, trattando le diverse regioni in modo che l’opera riesca divisa in quattro volumi, indipendenti l’uno dall’altro.

Il terzo volume è uscito testé, e comprende il Peloponneso. Le descrizioni sono precedute da brevi cenni sulle città cui si riferiscono le monete, ed i tipi principali sono riprodotti in 16 bellissime tavole eseguite noi rinomato stabilimento Brunner di Winterthur.

Se il pubblico farà buon viso all’opera intrapresa dal Signor Lambros, l’autore ha intenzione di far seguire ad essa la descrizione delle monete della Tracia e della Macedonia.

S. A.