Pagina:Rivista italiana di numismatica 1892.djvu/161

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

NOTIZIE VARIE





Società Numismatica Italiana. — Quod era in votis è finalmente un fatto compiuto. Abbiamo una Società di Numismatica Italiana. — Preconizzata, desiderata e auspicata da tanto tempo, la Società Numismatica Italiana ebbe finalmente il suo inizio. Il Consiglio di Redazione della Rivista, nell’ultima sua seduta del giorno 11 scorso febbraio, giudicando che i tempi fissero ormai maturi per tale istituzione, decise di attuarla facendosene promotore. Mandò ai principali cultori della numismatica in Italia una circolare firmata da tutti i suoi membri — gli assenti si affrettarono ad annuire calorosamente alla deliberazione — e in pochi giorni raccolse un numero sufficiente di firme per poter dichiarare costituita la Società.

Si verificò per tal modo un caso forse nuovo e certo non comune negli annali delle Società e delle Riviste scientifiche. In linea generale sino quelle che creano queste. Qui invece fu dal seno della Rivista che uscì la Società; ma se le due istituzioni dovranno per qualche tempo procedere parallelamente, ognuna per la propria via, e se la nuova Società, sorta con principii molto modesti, dovrà, in proporzione dei mezzi, limitare assai la sua sfera d’azione, noi non dubitiamo che in un non lontano avvenire il desiderato connubio potrà aver luogo, e le due istituzioni si fonderanno in una sola. Gli attuali proprietari della Rivista, come ebbero già a dichiarare quando l’assunsero, saranno lieti, appena il momento sia venuto, di confidarla alla Società, allo scopo non solo di darle una base più larga, ma ben anco di garantirle un assetto definitivo e una vita meglio assicurata all’infuori d’ogni contingenza privata.