Pagina:Rivista italiana di numismatica 1892.djvu/316

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search
300 francesco gnecchi


R/ — SECVRITAS AVGVSTI S C

La Sicurezza seduta a destra davanti a un’ara accesa, presso cui una torcia infiammata. Tiene un’asta nella sinistra, sostenendosi il capo colla destra, il cui gomito è appoggiato alla sedia. All’esergo II.

Coh. 255 var. (per l’esergo) M. B. Gabinetto di Francia.

La sigla II all’esergo dimostra come veramente per coniare questo multiplo si sia adoperato il conio del dupondio.


VESPASIANO.


12. gr. 40,50 (doppio sesterzio).

D/ — IMP CAES VESPAS AVG P M TR P P P COS IIII

Testa laureata a destra.

R/ — S C Vespasiano in una quadriga a destra collo scettro e un ramo. (anno 71 d. C.)

Coh. 434. Gr. B. Gabinetto di Francia.


DOMIZIANO.


13. gr. 78 (da tre sesterzi),

D/ CAES DIVI AVO VESP F DOMITIAN COS VII

Testa laureata a destra. (Marca del Museo Estense).

R/ — S C Pallade a destra armata di scudo, in atto di lanciare un giavellotto, (anno 80 o 81 d. C.) Coli. 430 G. B. Gabinetto di Brera.

(Tav. VI, N. 2).

NB. Questo bronzo è cerchiato.

14. gr. 50,50 (doppio sesterzio).

D/ — IMP CAES DOMITIAN AVG GERM COS XI

Busto laureato a destra coll’egida (marca del Museo Estense).

R/ — S C Vittoria a destra col piede su di un elmo, in atto di scrivere DE GERM su di uno scudo attaccato ad un trofeo formato d’armi germaniche. Appiedi del trofeo la Germania piangente seduta su di uno scudo (anno 85 d. C.)

Coh. 453. G. B. Gabinetto di Brera.