Pagina:Rivista italiana di numismatica 1893.djvu/248

Da Wikisource.
Jump to navigation Jump to search

documenti visconteo-sforzeschi, ecc. 217

74. — 1409, febbraio 15, Milano. — Il duca ordina al Vicario e ai XII di Provvisione che i banchi de’ cambisti di monete situati vicino al Broletto sieno concentrati nel recinto di esso, ad eccezione di quelli di Paolino e Beltramolo da Osnago [Arch. civ. Lettere ducali, 1408-1409, fol. 116. — Osio, Documenti, I, 407].

Avvisati che «a decem annis preteritis citra multi effecti sunt bancherij ad cambiandum monetas et qui eorum tabula tenent et collocati sunt extra et circhum circha brolletum et bancha seu tabulla brolleti ad hunc effectum, et prò decere et ornamento Civitatis constructa et hedifBcata cedunt prò maiori parte vachua et remanent ex toto in deformitatem brolleti clausa, etiam in dampnum et prejuditium comunis nostri Mediolani quod de dictis tabulis utilitatem aliquam ex pensione (pigione) ipsorum percipere solebat attento etiam quod in aliqua parte ubi dicti bancherii sua tenent tabula multum impeditur per stantes extra ea prò fatiendo cambiari monetas transitus qui valde frequentatur, in maximum tedium transire debentium per inde n si decreta «ipsos bancherios reduci facere intra Broletum in ipsis tabulis vacuis» il che gioverà al pubblico e piacerà ai banchieri stessi «quia magis secura sunt sua in tabulis dicti Broleti quam in illis extra dìctum Broletum exìstentibus». Eccezione fatta per i banchi di Paolino e Beltramolo da Osnago «que quia vicina brolleto ibidem bene sedent»1.

75. — 1409, marzo 31, Milano. — Revoca della grida sul corso dell’oro del 18 gennaio 1409 [Reg. Panig. B, 108 t. — Bellati, Mss. citati t. I].

76. — 1409, agosto 31, Milano. — Decreto relativo a certe monete da coniarsi e perchè quelle in corso si spen-

  1. Dei 25 gennaio 1410 è la conferma del privilegio a favore dei fratelli Osnago. Altrettanto in data a8 maggio e io giugno 1410 a favore dei banchieri Cristoforo Medici, Ramengo Porro e Giovanni da Rho. [Arch. civ. Lettere ducali, vol. V, fol. 17 t., 45 t., 47 t.].

    I banchieri forastieri erano numerosi in Milano allora. Ai 7 novembre 1420 cittadinanza milanese concedevasi ai banchieri Mariano de’ Vitali e Sigerio de’ Gallarani di Siena, da 28 e più anni accasati in Milano [Reg. Panig. B, fol. 289 t. e 290 t.].